La Baklava



La Baklava è un dolce la cui origine è rivendicata da diversi popoli. L’origine più attendibile sembra essere quella turca. Pare infatti che il sultano, durante l’impero ottomano, lo donasse alle sue guardie personali il quindicesimo giorno del mese del Ramadan durante una cerimonia chiamata “Baklava Alayi” dalla quale, appunto, il dolce prenderebbe il nome.
All’ origine era un pane sottile farcito di noci tritate e cotto nel forno.
Nel corso degli anni, la preparazione di questo dolce subì delle variazioni. I greci, ad esempio, lo fecero con un pane sottilissimo come una foglia che chiamarono fillo (foglia in greco), proprio quella che si utilizza ancora oggi.
Ogni paese ha la sua ricetta e, secondo gli ortodossi, questo dolce deve essere fatto a 33 strati, come 33 sono gli anni di Cristo.
La pasta fillo si trova in commercio, sia surgelata che fresca, ma la si può realizzare anche in casa.
Io ho utilizzato quella già pronta…prima o poi, però, proverò a farla… l’unica difficoltà è la tiratura della pasta, così sottile da farla sembrare carta.




Ingredienti
Pasta fillo g 500
Burro g 150
Granella di frutta secca g 500 
(mandorle, noci, pistacchi)
Acqua ml 500
Zucchero semolato g 250
Cannella 2 stecche
Chiodi di garofano 10


Preparazione
Preparare lo sciroppo facendo bollire a fiamma alta l’acqua con lo zucchero e le spezie fino a raggiungere una consistenza leggermente densa e lasciare in infusione mantenendolo tiepido.
Spennellare il fondo di una pirofila, o teglia antiaderente, con burro fuso.
Adagiare un primo foglio di pasta fillo, spennellarlo con burro fuso e sovrapporgli altri 3 fogli spennellando di burro ogni foglio ( si possono utilizzare anche i ritagli).
Distribuire abbondante frutta secca e formare altri due strati allo stesso modo del primo, finendo con la pasta fillo.
Incidere in profondità la baklava, dare la forma preferita e versare sulla superficie il burro rimasto.
Infornare a 180°, fino a quando i tagli si aprono e la superficie diventa dorata.
Stampa la Notizia Proponi suOkNotizie

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...