Panciotti alle Melanzane di Rotonda Ceci neri di Pomarico e Cacioricotta lucana Con ragù di seppia al nero

E dopo aver apprezzato profumi e sapori dei

Ecco la mia ricetta... 







Che partecipa al Concorso  Io Chef




La scelta della ricetta non è stata facile perché i prodotti meritavano tutti di essere utilizzati ma non è stato possibile, ho cercato di abbinarne il più possibile...
Non è stato neanche facile, in questo periodo, trovare le seppie fresche di dimensioni tali da avere una vescichetta di nero sufficiente per poter realizzare questa ricetta
ma visto che era inclusa nell'elenco dei pesci da poter utilizzare, ho voluto provare a trovarle.
Dopo aver girato la Pescheria di Catania (a Pìscarìa) in lungo e in largo, oltre che tutti i pescivendoli da me conosciuti sparsi per la città, le ho trovate, piccole ma con una quantità di nero sufficiente.






Tra qualche giorno pubblicherò altre ricette fuori concorso che includeranno altri prodotti lucani.



In ordine di preparazione:

Per il ripieno dei panciotti
Ceci neri g 50
Cipolla
Melanzane rosse di Rotonda 4
Olio extra vergine d'oliva di Matera
Cacioricotta lucana g 100
Cipolla secca
Sale

Preparazione
Cuocere in acqua abbondante i ceci neri con cipolla, dopo averli tenuti a bagno almeno 24 ore con bicarbonato, più si tengono a bagno meno sarà il tempo di cottura.
Salare a fine cottura

Durante il tempo di cottura dei ceci, tagliare le melanzane friggerle in olio extra vergine d'oliva

Appena cotti, scolare i ceci, tenendo da parte il brodo, e con l'aiuto di un mixer ridurli in crema.
Versare la crema di ceci in una ciotola e aggiungere la melanzana fritta ridotta in piccoli pezzi, il cacioricotta grattugiato ed un pizzico di cipolla secca, regolare di sale ed amalgamare bene gli ingredienti mescolando.

Durante il tempo di cottura dei ceci preparare il ragù




Per il ragu' di seppia al nero
Seppie g 500
Cipolla mezza
Passata di pomodoro 1 cucchiaio
Olio extra vergine d'oliva di Matera
Sale




Preparazione
Pulire le seppie o farle pulire dal pescivendolo, recuperando le vescichette con il nero.
Lavarle e tritarle.
Fare appassire in un tegame la cipolla tagliata sottile con l'olio extra vergine d'oliva.







Aggiungere le seppie tritate e farle rosolare per un paio di minuti.







Aggiungere la passata di pomodoro.






E dopo un minuto le vescichette con il nero e una tazzina di brodo di ceci, tenuto da parte.





Fare cuocere per 15/20 minuti, mescolando di tanto in tanto e aggiungendo dell'altro brodo a piccole dosi se necessario, a fine cottura il ragù deve risultare denso.







Ultima preparazione

Per la sfoglia dei panciotti
Semola di grano duro rimacinata g 600

Acqua q.b.

Preparazione

Amalgamare i due ingredienti, impastare con cura fino ad ottenere una pasta liscia ed omogenea e lasciarla riposare almeno mezz'ora coperta da pellicola trasparente o da una ciotola.
Trascorso il tempo, spianare la pasta e renderla sottile utilizzando l'attrezzo preferito (mattarello, sfogliatrice elettrica o manuale, ecc.) io utilizzo la macchinetta a manovella.
Ottenute le sfoglie di pasta, ritagliare dei dischi,
distribuire su ogni disco un cucchiaio di ripieno, coprire con un' altro disco di pasta e sigillare bene i bordi comprimendo con le dita.
Oppure, sulla striscia di pasta, distribuire il ripieno ben distanziato, coprire con un'altra striscia di pasta e tagliare con una formina rotonda.






Lessare i panciotti in abbondante acqua salata, scolarli e versarli in un tegame con il ragù di seppie, spadellare velocemente su fiamma bassa aggiungendo qualche cucchiaiata di brodo di ceci tenuto da parte,
se necessario per rendere il tutto più cremoso.

A questo punto i panciotti sono pronti da servire.
Anche con una grattugiata di Cacioricotta lucana... a me piace!







Stampa la Notizia Proponi suOkNotizie

6 commenti:

  1. Controllato e approvato. In bocca al lupo per il concorso. :)

    RispondiElimina
  2. complimenti Pinella davvero un bel piatto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Scarlett, è stata dura trovare le seppie che anche se di taglia piccola, visto il periodo, avessero la vescichetta piena di nero!

      Elimina
  3. Complimenti per la ricetta e in bocca al lupo per il concorso.
    La sua ricetta è stata appena condivisa sulla pagina facebook https://www.facebook.com/pages/Buatta/300433080032837?ref=hl (che spero seguirà con un suo MI PIACE) relativa al blog www.buatta.com che si occupa di recensioni di prodotti enogastronomici lucani tutti da scoprire per le sue ricette.
    Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la condivisione!
      Vi seguo con piacere su facebook e sul blog
      A presto!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...